Matrimonio tra donne: una tradizione della Tanzania.

matrimonio_africa_xin--400x300In Tanzania, un’antica usanza permette il matrimonio tra due donne. Una tradizione che consente di proteggere l’eredità familiare e di tutelare le donne dalle violenze coniugali.

E’ una tradizione che dura da diversi secoli. Zainabou ha 45 anni e prima era sposata con un uomo. A 35 anni divenne vedova con due figlie femmine, per cui: nessun erede! “Un motivo  nella mia tribù per cui essere maltrattata da tutti”. Zainabou è originaria della tribù dei Kurya, un popolo di pastori e contadini molto legato alla terra. Secondo la loro legge, per non subire l’esproprio dei beni di famiglia in mancanza di un erede, le vedove e le donne che non hanno avuto dei figli maschi, possono unirsi ad una donna più giovane, nella prospettiva che quest’ultima possa generare un maschio.

Matrimonio tra donne in TanzaniaCosì, ormai da 5 anni, Zainabou ha preso Mariam come sposa, e da questa unione sono nati due figli. Mariam ha concepito i due figli con un uomo che le due concubine hanno scelto insieme. In questi casi, si sceglie spesso un uomo del clan famigliare, solitamente sposato ad un’altra donna, che rinuncia ad avanzare eventuali diritti sui figli. Tramandare il nome è una delle principali motivazioni.

Fuggire dalle violenze coniugali 

Questa antica usanza, nonostante sia priva di riconoscimento legale, viene tollerata anche a Musoma, città principale della provincia settentrionale di Mara: “le spose non vengono iscritte nel Registro di Stato Civile, ma i matrimoni vengono celebrati secondo le tradizioni”…così spiega il Sindaco di Musoma.

Nella regione di Mara, sempre più donne si sposano tra loro anche per beneficiare di maggiore libertà in seno ai propri nuclei familiari, e premunirsi dalle violenze coniugali. Nell’ambito di un matrimonio tra donne, le coniugi hanno eguali diritti e responsabilità.

173945874-5ed2f12d-4b76-43ba-9b0f-96aa10ac1e57Un’antica usanza accettata dalla comunità

E’ il caso di Sifa Mwana, 22 anni, che ha vissuto 4 anni con un uomo che la picchiava prima di essere accolta in un centro per donne in difficoltà. “Me ne sono andata dalla casa di mio marito perché mi picchiava ogni volta che rientrava ubriaco…praticamente ogni sera”. Così racconta la giovane donna che, da oltre un anno, vive dalla sua compagna Aziza. Per evitare che la storia si possa ripetere, Sifa ha scelto di condividere la propria vita con una donna, piuttosto di rischiare un matrimonio con un altro uomo.

Nonostante la comunità non accetti i matrimoni omosessuali, queste unioni vengono rispettate e sostenute. “E’ un’antica tradizione che non ha fatto mai male a nessuno. E’ il contributo della nostra comunità per il rispetto dei Diritti delle donne”. Così sostiene il vecchio saggio della città di Musoma.Locatie_Tanzania

Fonte: http://africeleb.com/tanzanie-pourquoi-la-tradition-des-mariages-entre-femmes-perdure/

I commenti sono chiusi.