USA: uccidono innocenti e mentono al mondo

Kabul 2Medici Senza Frontiere accusa la Casa Bianca di mentire quando definisce “danni collaterali” le conseguenze del bombardamento dell’ ospedale di Kunduz.

A titolo di scuse per quello che il presidente Obama ha definito “un tragico incidente”, (mentre le Nazioni Unite l’hanno definito un “crimine di guerra”), i funzionari degli Stati Uniti hanno affermato che i talebani stessero combattendo dall’interno dell’ospedale di Kabul, quello distrutto dall’attacco aereo di ieri in cui sono rimaste vittime almeno 19 persone tra cui 3 bambini, con gli operatori umanitari utilizzati come “scudi umani”. Tuttavia, questa giustificazione circostanziale per “danni collaterali” è stata contestata con veemenza da Medici Senza Frontiera (MSF), che hanno rilasciato una dichiarazione con cui affermano la falsità di quanto sostenuto dagli Stati Uniti, “le porte del complesso ospedaliero sono rimaste chiuse per tutta la notte in modo che non vi potesse essere nessuno oltre al personale, ai pazienti e al custode presenti all’interno dell’ospedale in cui è avvenuto l’attacco aereo … ” ma questa strage degli Stati Uniti ha ottenuto una cosa, come ha concluso un funzionario sanitario locale: “questa città non è più per i vivi”.

In una dichiarazione, il presidente Barack Obama ha offerto le condoglianze alle vittime di quello che lui ha definito “un tragico incidente”,  quel medesimo evento che il gruppo umanitario MSF ha descritto come un attacco aereo, probabilmente condotto dalle forze della coalizione a guida Usa, che ha ucciso 19 persone tra membri del personale e pazienti, e ferite altre 37 feriti. La “ragione” offerta dai funzionari USA ci viene offerta dall’agenzia Reuters:

kabul 1“L’esercito Usa ha detto di aver condotto un attacco aereo “nelle vicinanze” dell’ospedale, preso di mira dagli insorti talebani che facevano fuoco direttamente sul personale militare statunitense….”

A Kabul, il Ministero della Difesa afghano ha detto che combattenti talebani avevano attaccato l’ospedale entrando nell’edificio che avrebbe potuto fungere loro da “come scudo umano”. Ma il gruppo di aiuto medico ha negato sostenendo che le porte del complesso ospedaliero fossero chiuse e non vi fosse alcun terrorista talebano al suo interno.

Medici Senza Frontiere ha inoltre aggiunto che: “In ogni caso, il bombardamento di un ospedale perfettamente funzionante non può mai essere giustificato”.

Testimoni hanno riferito che i pazienti sono rimasti bruciati vivi nell’​​ospedale bombardato dagli americani, e tra le vittime c’erano tre bambini sotto trattamento sanitario.

kabul3Membri dello staff di MSF avevano telefonato ai funzionari militari della NATO a Kabul e Washington appena avuto notizia dell’attacco, ma il bombardamento è proseguito per quasi un’ora, questo emerge dalle parole di un funzionario del gruppo. L’organizzazione medica, che è stata un’ancora di salvezza per tante persone in città, aveva già deciso di richiamare la maggior parte del suo personale fuori della zona perché troppo instabile, ma alcuni operatori sanitari erano presenti per aiutare nelle cure e trasferire i feriti in altri ospedali, ha aggiunto. I combattenti talebani a Kunduz stanno ancora fronteggiando le truppe regolari afghane, nonostante il governo sostenga di averne il controllo.

Il ministero della difesa afghano Domenica si è congratulato con i residenti per la vittoria, e diversi elicotteri militari hanno distribuito dal cielo 6.000 volantini con cui invitano la gente a collaborare con l’esercito, diffondendo anche questo messaggio: “Ovunque vengano trovati veicoli o mezzi militari, la popolazione è tenuta a consegnarli alle forze di sicurezza”. Ma un funzionario della coalizione militare di Kabul, che ha chiesto di restare anonimo, ha detto, “Siamo consapevoli che l’intera area è ancora contestata.”

“I cadaveri giacciono per le strade e la gente ha troppa paura di lasciare le proprie case”, ha detto un residente di nome Gulboddin. “È possibile ascoltare il rumore degli spari in tutta la città, e alcuni dei corpi sono in decomposizione”.

“Gli ospedali sono a corto di medicine e stanno lottando per tentare di curare un numero crescente di pazienti”, ha detto il funzionario della sanità pubblica Sayed Mukhtar. “Non ci sono generatori di elettricità e ospedalieri non funzionano “, ha aggiunto.” Questa città non è più in vita. ”

Il governo degli Stati Uniti ha promesso un’indagine completa sullo pseudo incidente, e il capo dei diritti umani delle Nazioni Unite ha detto che il bombardamento potrebbe essere valutato come un crimine di guerra.

Fonte: http://www.zerohedge.com/news/2015-10-04/doctors-accuse-white-house-lying-justify-collateral-damage-kabul-hospital-bombing

Viene spontaneo chiedersi se sarà l’ Arabia Saudita, con il proprio peso all’interno della Commissione sui Diritti Umani, lo Stato che potrà incidere sulla decisione in merito a questo crimine umanitario, e a proposito di quanto schifo faccia la Stampa internazionale, suggerirei di immaginare quello che i media americani avrebbero detto e fatto, se la Russia avesse una simile responsabilità in Siria. Al contrario, la reazione a questo attacco aereo di cui il Governo USA è responsabile verrà lenita e sostituita con un’apologia, come un’ironia della sorte di cui farne caricatura. (ndr)

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/cia-favorisce-lesportazione-di-oppio-dallafghanistan/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/democrazia-usa-mah/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/wikileaks-arabia-e-inghilterra-barano-sui-diritti-umani/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/isis-le-scarpe-da-basket-per-scappare-veloci/

Precedente ISIS: le scarpe da basket per scappare veloci Successivo Donna bimba