Un sol destino 

un sol destino

Camminando per la strada…solo, pensando a te. Gente che circonda il nulla, senza porsi mai un perché. Neanche fosse un mondo alieno …freddo, in cui di amore non ce n’è. Ma io ho te! La vita che….da sempre è in me: un sol destino che mi porta con sé.

Pioggia che mi bagna il viso, ma mi ricorda che son vivo, come quand’ero bambino e gioivo solo per un bel tiro. Un pallone e due magliette a terra, e per tutti può esser solo festa, per la scuola non abbiamo testa e checce frega più della maestra!

Già ribelle ai tempi della scuola, e non ho smesso di esserlo ancora. Mi ricordo certi schiaffi ingiusti, ed il rancore che nel cuor finiva. Nessun genio che mi superava, eppur la vita si faceva dura. La mia schiena che non si curvava, e certamente non s’ è mai spezzata. Si lottava per qualsiasi cosa, e guai a mollare un’ importante preda; sempre pronto a mettersi alla prova, quante volte mi son detto: “Ho perso!” …quante volte mi son detto: “Ho perso!”

Si lottava per qualsiasi cosa, e guai a mollare un’ importante preda; sempre pronto a mettersi alla prova, quante volte mi son detto: “Ho perso!”

Vento tra le fronde…fresco, che ricorda te. Quei due passi sulla diga..al mare e quel buon caffè. Una sola frase…forte, che m’ ha reso enorme per te. Ma tu sei in me…la vita che, da sempre è in me: un sol destino che mi porta con sé

Può bastarmi anche un bacino, oppure solo un tuo sorriso, e quando mi risveglio sento che ho qualcuno che mi sta vicino. Quel profumo ed il lenzuolo caldo, e la mia donna col suo passo scalzo. Dai bruciamo tutto il nostro tempo, dai rendiamo tutto quanto eterno!

Dai raggiungimi nel nostro letto e scaldiamoci come d’inverno; un frastuono che mi sfonda il petto ed un calore da invidiar l’inferno. Un’unione che non ha riflesso, un sol concetto che rimane eterno; una passione in cui c’è anche sesso, un amore in cui non c’è possesso. Un desiderio che ci dà tormento, ma che gioia nell’ averci dentro! Alla fine di questo destino, siamo noi quelli che avranno vinto! …Siamo noi quelli che avranno vinto!

Un desiderio che ci dà tormento, ma che gioia nell’averci dentro! Alla fine di questo destino, siamo noi quelli che avranno vinto! (a.g.)

 

Non so cantare ne’ comporre, ma penso sarebbe facile farne una canzone:

Precedente TTIP: il massacro per 46 mila aziende biologiche Successivo L' orologio di successo