TTIP: oltre 3 milioni di firme dicono NO

La Petizione per bloccare il TTIP  ha raggiunto 3.26 milioni di firme.

TPP1FLAGIl Dr. Michael Efler, portavoce nazionale per “Mehr Demokratie” (più democrazia), e “No OGM“, promotori dell’ iniziativa internazionale con cui i cittadini europei chiedono di bloccare il TTIP,  parla delle principali minacce rappresentate dagli accordi transatlantici per il commercio (TTIP), e gli investimenti in partenariato,(TPP), sottoscritto in tutta segretezza dall’ UE lo scorso 5 ottobre negli Stati Uniti.

“Siamo pronti a presentare alla Commissione Europea 3.26 mln di firme”, ha detto Efler, commentando la petizione per fermare la negoziazione TTIP. Secondo la petizione, l’operazione proposta porterà a minori protezioni dell’ambiente, dei consumatori e di occupazione.stop-ttip-3-milioni-di-firme-780x300 “La mia preoccupazione di fondo è che le grandi società acquisiranno ulteriore potere che porta a minare la nostra democrazia; una conseguenza particolarmente negativa del trattato, che prevederebbe una maggiore cooperazione estera, è rappresentato dal diritto di citare in giudizio i governi, nel caso in cui i loro profitti venissero minacciati da una qualsiasi misura presa da uno Stato. Ci riferiamo quindi alle condizioni di risoluzione delle controversie “, ha sostenuto Efler.

Quindi, le aziende saranno in grado di citare in giudizio i paesi per tutelare i propri profitti. “La minaccia principale è che le aziende straniere, investitori e operatori, potranno aggredire tutte le fasi del diritto comunitario che vorranno, perché nel TTIP non c’è una reale salvaguardia dell’ ambiente e degli standard di lavoro, ha detto Efler. TTIPLe aziende saranno in grado di portare al giudizio di un Tribunale fuori dal controllo degli Stati democratici, quei paesi che riterranno contestabile il loro operato. “Abbiamo buoni tribunali negli Stati Uniti, in Canada e in Europa, e non abbiamo assolutamente necessità di tribunali speciali aggiuntivi per le imprese. E’ un problema e minaccia per lo Stato di diritto, perché i nostri giudici nazionali verranno bypassati da questi tribunali, con i prevedibili sviluppi negativi che ne conseguiranno”, ha sottolineato Efler. Secondo l’attivista, qualsiasi trattato dovrebbe includere sia i diritti che gli obblighi tra le parti. “Il TTIP crea solo diritti per gli investitori stranieri e nessun obbligo. Investitori che potranno agire contro lo Stato, ma che lo Stato non può citare in giudizio”.
ttipgermaniaSe il TTIP verrà attuato,diventerà il più grande accordo di libero scambio regionale nella storia, e potrebbe anche portare ad una “ondata di richieste da società americane contro membri dell’UE e viceversa“.

Pochi giorni dopo che un altro accordo multimiliardario è stato firmato in segreto in America, (TPP),una petizione con tre milioni di firme è stata consegnata presso le sedi della Commissione europea di Londra e Bruxelles chiedendo la fine immediata dei negoziati sul TTIP in Europa. Efler ritiene che la priorità principale degli Stati Uniti è stata quella di implementare il TTIP, tuttavia, gli Stati Uniti devono fare ancora ottenere la ratifica del Congresso.

“La Commissione Europea non è dalla parte dei cittadini”, dall’intervento a Udine di Elena Mazzoni, portavoce del Comitato Stop-TTIP:  https://www.facebook.com/rivoluzioneconAlessandrogallo/videos/1663360673924323/Elena Mazzoni - Stop TTIP

Fonte: http://sputniknews.com/business/20151009/1028250233/stop-ttip-petition.html

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/ttip-il-massacro-per-46-mila-aziende-biologiche/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/ttip-e-aumento-delleta-pensionabile-insurrezione-belga/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/monsanto-e-cancro-un-binomio-ufficiale/

I commenti sono chiusi.