Stati Uniti d’Europa: una sola moneta…un solo Esercito?

manuel-vallsIl primo ministro francese Manuel Valls sostiene la necessità di un unico esercito per gli Stati Uniti d’Europa. Egli vuole trasformare l’UE in Stati Uniti d’Europa, con una propria forza di difesa europea. Curiosamente, Valls dice espressamente “Non possiamo costruire gli Stati Uniti d’Europa”, ma questo parrebbe essere esattamente ciò che sembra voler fare. “Gli Stati membri hanno una scelta: rinunciare alla UE o trasformarla”, scrive Manuel Valls.

A proposito delle difficoltà che il progetto europeo starebbe affrontando, è opportuno sottolineare che sono state create ad hoc le seguenti situazioni:

  • la crescente minaccia del terrorismo;
  • la crisi dei rifugiati/immigrati:
  • la crescita economica fiacca e la disoccupazione;
  •  l’escalation dei sentimenti nazionalistici in molti stati membri: Austria, Ungheria, Francia, Italia e, soprattutto, il voto inglese per la “Brexit” che spinge l’Europa a ridefinirsi.

Secondo il Ministro francese, gli altri 27 Stati membri della UE disporrebbero di due sole opzioni che sarebbero state oggetto del dibattito con Jean-Claude Juncker al “Jacques Delors Institute” della scorsa settimana: la resa e l’abbandono del progetto europeo o la sua trasformazione. Ribadire l’identità europea significa anche fare i conti con il fatto che ci sono confini – che l’Europa inizia e finisce da qualche parte.

esercito europeoTroppo spesso l’UE sarebbe apparsa zavorrata da regolamentazioni non necessarie. Trasformare l’Europa comporterebbe che “gli Stati membri debbano d’ora in poi concentrarsi sull’essenziale, in primo luogo la difesa e la sicurezza” – in Europa, naturalmente, ma anche nella vicina regione del Medio Oriente. Sempre secondo il Ministro Valls, l’esercito francese starebbe facendo già più di quanto sarebbe lecito pretendere, costituendo di fatto l’esercito europeo.

Qui sarebbe opportuno chiedersi quali cittadini italiani, spagnoli o greci abbiano mai chiesto ai francesi di intervenire attivamente in Libia, Egitto, Siria ecc e, soprattutto, quali risultati politici, economici o sociali avrebbero conseguito tali interventi?

Insomma, la Francia aspetta e spera che l’Europa attui una strategia di sicurezza comune, con guardie di frontiera pienamente operative e un sistema elettronico di autorizzazione di viaggio stile USA. Infine, trasformare l’Europa significa fare una scelta chiara per favorire la crescita in modo da non dipendere unicamente dalla politica monetaria della Banca centrale europea. L’Europa deve finanziare nuovi progetti e investire in innovazione digitale e ambientale più di quanto sia mai stato fatto.

Questi settori devono essere abilitati a crescere e fronteggiare la concorrenza dei paesi che non si fanno scrupoli nel proteggere le proprie industrie. Per questo motivo, i negoziati sul commercio e gli investimenti in partenariato transatlantico (TTIP) sarebbero realizzabili se la concessione di accesso al mercato UE in favore degli americani fosse in condizioni di reale reciprocità. E qui abbiamo già detto quanto devastanti potrebbero essere questi accordi transatlantici per l’agricoltura e il commercio dei paesi europei. Non dimentichiamo che il mercato europeo non può tramutarsi in una giungla sociale o fiscale, ma tali accordi appaiono nascondere in sé alcuni aspetti che rientrerebbero nella strategia politica e militare, mirati infatti a creare una vastissima area globale in cui le multinazionali faranno tutto ciò che vorranno.

eurosoldierIl Ministro Valls, come tutti i servi di questo Sistema di potere, affronta le situazioni da una prospettiva ben definita: quella dei padroni! Egli non ha affrontato le politiche di stravolgimento del mondo del lavoro imposte dai governi di Francia, Grecia e Italia. Piuttosto che affrontare i problemi evidenti di produttività, Valls conclude con l’asserzione secondo la quale l’UE avrebbe bisogno di un esercito. Il primo ministro francese Manuel Valls sostiene la necessità di un unico esercito per gli Stati Uniti d’Europa, Propongono Difesa e Sicurezza con le armi, mentre il Mondo chiede Giustizia e Libertà.

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/leuropa-orientale-si-prepara-alla-guerra-la-russia/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/2307-2germania-i-cittadini-si-preparino-al-peggio/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/1912-onu-un-organismo-alla-merce-mondialista/

Fonte: http://www.zerohedge.com/news/2016-10-13/french-prime-minister-argues-united-states-europe-its-own-military

Precedente Hillary Clinton: l'ennesima marionetta dei Rotschild Successivo Isis: agli USA servono in Siria