Putin ha messo a nudo la falsità americana

obama-putin2

Paul Craig Roberts – Tra le ultime parole di Putin“Non possiamo più tollerare lo stato delle cose nel mondo”.

Lo scorso Mercoledì 28 settembre, 2015, il mondo ha visto la differenza tra Mosca e Washington. L’approccio di Putin è basato sulla verità, mentre con Obama si è perso il conto delle menzogne.

Dicendo la verità in un momento di menzogna universale, Putin ha compiuto un atto rivoluzionario. Riferendosi al macello, alla distruzione e al caos di cui Washington è responsabile in Medio Oriente, Nord Africa, e Ucraina, e all’escalation delle azioni da parte delle forze jihadiste più estreme, Putin ha chiesto a Washington: “Ti rendi conto di quello che hai fatto?”

maccartismoLa domanda di Putin ricorda molto quella con cui Joseph Welch, rivolgendosi al senatore Joseph McCarthy a proposito della famosa “caccia alle streghe” con cui propinava continue campagne di lotta al comunismo che non c’era, segnò l’avvio del declino del Maccartismo: “Non hai il senso del pudore?”

Forse la domanda di Putin avrà lo stesso impatto di quella che pose fine al concetto di “Eccezionalità Americana”.

Se così sarà, Putin ha lanciato una rivoluzione che rovescerà la sottomissione del mondo a Washington.

Putin sottolinea la legittimità dell’ intervento della Russia in Siria, conseguenza della risposta alla richiesta ufficiale del governo di Assad. Egli contrappone il rispetto per il diritto internazionale della Russia, alla violazione della sovranità siriana da parte di USAFrancia, i governi che stanno attuando azioni militari non richieste e, quindi, che agiscono nell’illegalità.

Il mondo vede che Washington e i suoi vassalli violano le norme internazionali e non la Russia. L’ipocrisia bigotta, dietro la quale si nascondono le azioni unilaterali a proprio vantaggio di Washington, si è rivelata agli occhi di tutti.

Gli USA si affidano al proprio arsenale di bugie. L’apparato di disinformazione basato sui media di Washington era troppo incalzante e prodigo di precipitose, quanto confuse o incoerenti notizie.

11 settembreCome quando la giornalista televisiva della BBC annunciò in anticipo la distruzione del World Trade Center Building 7, in un momento in cui l’edificio si vedeva chiaramente ancora in piedi sullo sfondo, i media asserviti a Washington avevano annunciato le prime vittime civili dei raid aerei russi “ancora prima che i nostri aerei prendessero il volo!”, ha osservato il Presidente Putin nel suo commento sulla disinformazione di guerra di Washington.

Come conseguenza della loro sottomissione a Washington, gli Stati fantoccio d’Europa sono invasi dai profughi prodotti dalle guerre che USA e Europa hanno stupidamente permesso. Poiché il costo di essere vassalli di Washington sortisce i suoi effetti politici nei cittadini europei, le forze di governo saranno certamente interessate ai sondaggi di opinione trovandosi nell’opportunità di seguire percorsi più indipendenti, al fine di proteggersi dai costi degli enormi errori che derivano dalla prepotenza e arroganza di Washington.

Speriamo che la fine dell’Impero sia all’orizzonte.

Fonte: http://www.paulcraigroberts.org/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/usa-uccidono-innocenti-e-mentono-al-mondo/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/immigrazione-le-parole-di-gheddafi-e-il-piano-kalergi-2/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/assad-francesi-e-inglesi-violano-la-sovranita-siriana/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/oliver-stone-usa-la-minaccia-piu-grande-nel-mondo/

I commenti sono chiusi.