Nuovo Ordine Mondiale: USA abbraccino la Cina

nuovo ordineSecondo il direttore generale del FMI, Christine Lagarde, la credibilità del Fondo Monetario Internazionale si giocherebbe sulle riforme. – Quale credibilità? (ndr) – In occasione della riunione annuale del Fondo in Perù, Lagarde ha criticato l’uso di Washington del suo diritto di veto de facto presso il Fondo monetario internazionale per bloccare le riforme che si presume darebbero più voce ai paesi emergenti. Lei sostiene che tale atteggiamento degli USA metterebbe a repentaglio la credibilità del FMI che è stato attivamente impegnato in un’importante battaglia politica su tali riforme.

lagardeLe riforme avrebbero lo scopo di riflettere l’evoluzione dell’economia globale, conferendo più peso ai giganti emergenti come la Cina. Tali innovazioni, inizialmente sostenute anche da Washington. si sono infrante, per tre anni consecutivi, sul muro eretto dal Congresso degli Stati Uniti che si è opposto alla firma dell’accordo. Alcuni legislatori non vogliono investire ulteriori risorse nel FMI, e gli altri sono preoccupati per l’erosione del dominio americano all’interno del Fondo. Lagarde ha “invitato” gli Stati Uniti a salire a bordo di questo progetto riformista.

“La prima soluzione ottimale è la ratifica della riforma del 2010, e mi auguro vivamente che gli Stati Uniti ratifichino tale riforma delle quote in un futuro non troppo lontano,  possibilmente entro la fine di quest’anno. Nel frattempo, non possiamo semplicemente stare fermi ad aspettare in eterno, quindi c’è del lavoro tecnico che va assolutamente fatto. Ci sono vari passaggi intermedi che non verrebbero sostituti dalla riforma del 2010 “, così ha detto Christine Lagarde.

Fonte: http://english.cntv.cn/2015/10/11/VIDE1444548005264580.shtml

1972460_592106867540531_2030492009_nOggi più che mai, la Cina è ago della bilancia degli equilibri mondiali. Se le venisse assegnato un ruolo importante che la costringesse ad un imponente impegno nel FMI, è chiaro che la Banca BRICS ne risentirebbe, e questo comporterebbe un’inevitabile isolamento della Russia. Non dimentichiamo quanto Cina e Russia siano vicine per progetti e destini, ma anche quanto siano vittime della continua aggressione sui mercati finanziari, valutari ed energetici. Se a questo ci aggiungiamo il vero e proprio assedio di uomini e armamenti targato USA-Nato sul fronte dell’ Europa Orientale, è fin troppo evidente che il Nuovo Ordine Mondiale si voglia imporre anche sulla Russia di Putin. (ndr)

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/unultima-crisi-per-una-schiavitu-globale/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/basi-usa-in-polonia-escalation-degli-armamenti/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/20-bombe-atomiche-usa-in-germania-reazione-russa/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/cina-e-usa-la-guerra-si-scalda/

I commenti sono chiusi.