Nessuna tortura…l’unica garanzia USA per Snowden

edward-snowden-obama-244716Nel caso in cui vi fosse ancora qualcuno che credesse stupidamente che sia rimasto un solo briciolo di decenza nel sistema “giustizia” del Diritto Internazionale, vi ricordiamo il caso di Edward Snowden. In una recente intervista con la BBC, Edward Snowden ha rivelato di essersi offerto più volte di tornare negli USA per sostenere il processo e, in caso, scontare un’eventuale condanna in prigione.

[ecco l’intervista completa]

Non ha influito il fatto che centinaia di migliaia di persone abbiano firmato le petizioni con cui si chiede al presidente Obama di perdonare Snowden. Queste petizioni sono state completamente ignorate.

Così Edward Snowden, l’ex tecnico di CIA e NSA definito la talpa del “Datagate“,  si prepara a rispondere in Tribunale alle accuse di “alto tradimento“, e sta negoziando i termini con lo zio Sam per avere garantito un trattamento equo. Come ha detto alla BBC, Finora hanno detto che non mi tortureranno. Il che è un inizio, credo. Ma non abbiamo ottenuto oltre”.

yeswescanE’ una triste dimostrazione dei valori di un paese il fatto che qualcuno, responsabile o meritevole di aver rivelato i crimini e le violazione della Costituzione da parte del Governo, debba poi fuggire in Russia per evitare la soppressione. Ed è anche peggio che il governo americano abbia potuto annullare il suo passaporto  mentre si trovava in un porto franco. Non dovrebbe shockare di meno la trattativa sul suo ritorno, in cui si inizia dal negoziare la TORTURA.Questo fatto di per sé dice praticamente tutto quello che c’è da sapere sulla giustizia in America … e su cosa può accadere a chi ha il coraggio di oscurare il governo.

Fonte: http://www.zerohedge.com/news/2015-10-07/edward-snowden-theyve-said-they-wont-torture-me

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/wikileaks-arabia-e-inghilterra-barano-sui-diritti-umani/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/cia-favorisce-lesportazione-di-oppio-dallafghanistan/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/usa-uccidono-innocenti-e-mentono-al-mondo/

I commenti sono chiusi.