Il Sistema di Potere e i suoi servi

resistenza1

Qualsiasi informazione possa mettere in discussione lo “status quo” diviene oggetto dell’attività di delegittimazione e censura da parte degli organi e degli “untori” di Sistema.

Quando parliamo di scoperte scientifiche che potrebbero imporre la riscrittura della storia diveniamo “piramidioti”; se evidenziamo che vi è qualcosa di anomalo e occultato a proposito di quanto viene irrorato nei cieli da parte di aviotankers e droni siamo dei “dementi”; se ricordiamo l’esistenza di gruppi di potere che prevaricano le sovranità nazionali siamo dei “complottisti” e, se attacchiamo il Governo, siamo dei “grilloidi” o “comunisti di merda”.

Tutto questo ci rassicura e rafforza, perché significa che stiamo agendo nella direzione giusta con  il coraggio di contrastare il “pensiero unico dominante” responsabile di tutte le ingiustizie umanitarie che testimoniamo da anni.

Oggi più che mai si rende indispensabile tracciare una linea netta tra coloro che sostengono il Sistema criminogeno al Potere e chi, come noi, gli si vuole opporre proponendo un’alternativa.

Occuparsi di controinformazione non significa affatto essere distruttivi, ma opporre Resistenza ad un disegno che sembra avere una regia priva di scrupoli e, quindi, aliena rispetto al concetto di umanità. L’imposizione della logica del profitto a discapito della dignità sociale è distante da qualsiasi religiosità ed etica sociale, e il silenzio corrisponde alla complicità di cui non vogliamo essere responsabili.

Il web ci permette di comunicare con una moltitudine di persone in pochi istanti, e per questo motivo rientra anch’esso tra gli strumenti di controllo e manipolazione del Potere che, nonostante ci consenta di essere protagonisti dell’informazione, ci espone costantemente al rischio di essere censurati e relegati all’oblio come avvenuto in più occasioni a chi vi sta scrivendo.

L’opera dei “partigiani dell’informazione” non darà tregua ai tiranni e ai loro servi, e vuole spronare i Cittadini alla Rivoluzione culturale indispensabile per la conquista della Libertà in nome dell’ Eguaglianza e della Fratellanza fra i Popoli.

Armi di distrazione di massa come la divisione etnica, religiosa, e sociale saranno da noi costantemente ignorate, e semmai parlassimo di sport lo faremo per evidenziare come sia anch’esso strumento con cui privare di energia le persone, appiattirne la sensibilità e favorire immobilismo ed apatia funzionali alla preservazione dello status quo.

L’invito che rivolgiamo a chi ci legge è di informarsi e condividere le conoscenze, prendendo una posizione netta rispetto al Sistema di cui denunciamo i crimini, perché l’indifferenza e l’immobilismo di oggi sono il terreno fertile su cui esso si fonda e noi vogliamo farlo crollare, realizzando un progetto completamente diverso in cui la VITA, la DIGNITA’ SOCIALE e il rispetto per l’AMBIENTE dovranno necessariamente essere i valori di riferimento per il Bene Comune.

A dopo…a sempre.

Fonte: https://www.facebook.com/rivoluzioneconAlessandrogallo?fref=ts

Fonte: http://www.dionidream.com/neurologo-avverte-lalluminio-presente-nelle-scie-chimiche-sta-causando-laumento-esplosivo-delle-malattie-neuro-degenerative-2/

Fonte: http://informazioneinunclick.altervista.org/blog/piramidi-in-bosnia-censura-di-sistema-o-bufala/

Fonte: La nostra ignoranza è la LORO forza.

Fonte: sapereeundovere.it

Precedente Inno al vento  Successivo Marijagiovanarda