Dalla Cina con timore

effetto-domino-svalutazione.yuan-cinese-e1439363988315

La Banca Popolare di Cina è la prima Banca Centrale a perdere il controllo….e non sarà l’ultima.

Tutte le presunte “cure economiche” proposte dall’inizio nel 2009 si sono basate sulla capacità delle banche centrali di frenare il crollo. La prima tornata di interventi, (dal 2007 all’inizio del 2009), è stata effettuata in nome della salvezza del Sistema. La seconda ondata, (2010-2012), si è basata sul teorema secondo cui la ripresa non si sarebbe verificata a causa dell’ incompleta realizzazione di quella precedente.

trading-onlineCiò nonostante, dal 2012 in poi tutto è cambiato: a quel punto le Banche centrali avevano impegnato tutto nel perseguimento del folle progetto keynesiano intrapreso dal 2008, portandoci all’indisponibilità di piani di QE (allentamento monetario), mentre i Banchieri Centrali ci propinavano regole e ricette con cui imporre l’ austerity. Tuttavia, la vera follia di cui queste persone sono responsabili è rappresentata dalla loro capacità di porre in una situazione di rischio intere economie nazionali sulla base di vere e proprie scommesse su eventi del tutto imprevedibili.

crollo-di-valuta-yen-giapponese-41779849Nel 2013, la Banca del Giappone ha lanciato un programma di QE singolo pari al 25% del PIL, un evento unico nella storia del mondo: mai prima di allora un Paese aveva stampato così tanti soldi rispetto alle sue dimensioni così rapidamente … e con così scarsi risultati: un paio di trimestri di aumento della crescita economica mentre la spesa delle famiglie è crollata in miseria per effetto dell’inflazione. Questo evento ha segnato l’inizio della fine.

Il Giappone ha bruciato quasi tutto il proprio debito obbligazionario sotto i colpi degli speculatori internazionali nella prima settimana, ma è quanto si è verificato lo scorso mese ad aver delineato un quadro internazionale irreversibilmente disastroso: un mese fa, la Cina ha perso il controllo del proprio mercato azionario. Nonostante il congelamento del mercato, il divieto di vendite allo scoperto, il blocco delle operazioni a breve termine, e l’iniezione di miliardi di dollari al giorno nei mercati, il mercato azionario cinese continua ad implodere.GPC 8-21-15

E’ importante che sia chiarito questo concetto: una Banca Centrale tra le più importanti è ufficialmente “fuori controllo”.  Questo non sarà un evento isolato: anche la Fed e altre banche centrali, ritenute sino ad ora solventi, potranno subire l’effetto domino.

La grande crisi, quella in cui interi Paesi vanno in fallimento, è cominciata. Non si svolgerà nel giro di poche settimane; questo genere di cose si completano in alcuni mesi, ma è iniziata!

Fonte: http://www.zerohedge.com/

Un mercato finanziario globale pronto ad implodere in un quadro di tensioni politiche, sociali e belliche  diffuse in tutto il Mondo, sembra il terreno migliore in cui poter imporre il Governo Unico Mondiale al quale la Massoneria Internazionale sta lavorando da tempi immemorabili. Le “maxi esercitazioni” della Nato programmate in Europa per l’imminente Autunno, annunciate successivamente ad altre azioni e dislocamenti di forze armate in punti strategici dell’ est Europa, del Medio Oriente e in Africa, fanno presagire la possibilità di scenari drammatici…persino olocaustici. Non vi è un luogo in cui rifugiarsi, ma vi sono infinite sedi in cui combattere, e sarebbe importante che le Nazioni disponessero della Sovranità monetaria e ripudiassero il debito verso gli organismi finanziari, strade da percorrere per non perdere ogni Sovranità nazionale e Stato democratico. (ndr)

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/cina-scossa-da-unaltra-esplosione-chimica/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/le-banche-centrali-si-fanno-la-guerra-prima-di-crollare/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/crisi-truffa-e-bolle-finanziarie-il-nuovo-ordine-mondiale-avanza/

Leggi anche: http://eskander.altervista.org/usa-in-recessione-come-nel-2008-crisi-globale-imminente/

I commenti sono chiusi.